martedì 27 dicembre 2016

Come creare una versione cartacea



Da poco Amazon KDP ha reso disponibile la versione Beta del programma che potrebbe trasformare i vostri ebook in libri cartacei. La funzionalità non è ancora al meglio, in merito a prestazioni, ma l'impresa è già fattibile, per quanto tutto non risulti automatico come nel caso degli ebook.

Se avete già pubblicato la versione digitale, non sarà necessario inserire dettagli quali titolo, autore, trama, categorie, parole chiave etc., e potrete saltare i primo dei tre step previsti dal sistema di contribuzione, per passare ai contenuti.

La prima sorpresa a cui ci troviamo di fronte è che Amazon ci fornirà gratuitamente un ISBN e in seguito potremo richiedere tramite il modulo dei contatti di unirlo al nostro ASIN originario per vedere le due schede unificate, sia nei contenuti, sia nel numero di pagine.

Procedendo, potrete scegliere le dimensioni del vostro libro, nonché il tipo di carta che vorrete utilizzare, prima di caricare il manoscritto cartaceo.


Quello che vi consiglio è di inserire in anticipo nel file il numero di pagine e il sommario modificato di conseguenza, in modo che la gabbia di stampa si adegui sin da subito a quanto proporrete.

Per la creazione della copertina potrete utilizzare o un pdf già pronto oppure ricaricare quella della versione digitale (vedi il post Come creare cover per ebook), che però dovrete impostare in modo e maniera che collimi con le dimensioni scelte, senza dimenticare di aggiungere i dati per la quarta che potrete personalizzare scegliendo tra vari schemi, font e colori.


Salvate sempre il vostro lavoro, e portate pazienza durante il caricamento dell'anteprima, perché al momento il processo è assai lento.

Una volta terminato il passaggio, il sistema stesso vi dirà se le vostre impostazioni sono corrette e, in caso contrario, vi fornirà in automatico un file con gabbia riadattata che potrete ricaricare facendo un passo indietro.

Arrivati allo step dei prezzi probabilmente rimarrete delusi dalla piccola percentuale che vi spetterà, perché dovrete contare sia l'IVA sia il tasso al 60%. I mercati attualmente sono limitati rispetto al digitale, ma in definitiva vale sicuramente la pena di tentare.

Nessun commento:

Posta un commento